La Juventus sogna l’impresa in Champions League

Era iniziata malissimo l’avventura della Juventus nella Champions League 2017-18. La squadra bianconera era stata travolta a Barcellona da Messi e compagni nella prima giornata, dimostrandosi incapace di far male agli avversari e incassando un sonoro 3-0 che aprì delle ferite importanti. In quell’occasione Dybala e Higuain si rivelarono impotenti e in molti pensarono che il primo posto nel girone era ormai compromesso. Eppure le cose sono cambiate con il passo del tempo e il pareggio degli uomini di Massimiliano Allegri in un campo difficile come quello dello Sporting Lisbona, arrivato dopo molta sofferenza, è stato un punto di inflessione decisivo, anche perché arrivato in contemporanea con quello del Barcellona ad Atene contro l’Olympiacos.

 

I pronostici sulla Champions League di bet365 danno i catalani come una delle squadre favorite per questa competizione, insieme al Manchester City e al Real Madrid, mentre la Juve si piazza leggermente indietro. Eppure adesso gli equilibri del girone hanno vissuto uno scombussolamento che potrebbe favorire i bianconeri a patto che sconfiggano il Barcellona per 4-0 nello scontro diretto dello Juventus Stadium del 22 novembre prossimo.  Con i catalani in ottima forma, è chiaro che ottenere un risultato del genere sarebbe una vera e propria impresa, eppure i bianconeri potrebbero anche solamente ‘accontentarsi’ di restituire ai catalani il 3-0 dell’andata per provare a recuperare il gap a base di gol nell’ultima giornata, quando il Barça ospiterà lo Sporting e loro giocheranno ad Atene contro un Olympiacos ormai senza più pretese.

 

Evitare il secondo posto nel girone servirebbe alla Juve per evitare alcune prime classifica di altri gironi che potrebbero complicare non poco l’accesso ai quarti di finale. Tra esse spiccano il Manchester City, il Paris Saint Germain e il Manchester United, tra le squadre con più talento e capacità di gestire la pressione. Per provare l’impresa Allegri dovrà dunque sia gestire bene le forze dei suoi uomini sia prepararli al meglio e motivarli per la partita del 22 novembre. Non c’è dubbio che il tecnico toscano si affiderà alla coppia offensiva argentina formata da Gonzalo Higuain e Paulo Dybala, che in Europa hanno bisogno di ritrovare l’intesa. Il gol di Higuain a Lisbona è servito a ridare fiducia al centravanti ex Napoli, che ha attraversato un momento difficile fino ad interromperlo prima con una sontuosa doppietta contro il Milan e poi con l’acuto contro lo Sporting, fondamentale per il morale suo e della squadra.

 

Il precedente più incoraggiante per la Juve è senza dubbio quello dell’aprile scorso, quando nei quarti di finale dell’edizione della Champions 2016-17 i bianconeri distrussero il Barça senza opzioni di replica grazie a un Dybala in grande spolvero. Il 3-0 dell’11 aprile fu importante per andare al Camp Nou e realizzare una partita ordinata e senza sbavature e ipotecare le semifinali. Stavolta sarà diverso, e anche più difficile. Eppure a Torino hanno l’obbligo di crederci e di provarci, anche e soprattutto per una questione morale. Perché vincere aiuta a vincere, specialmente contro Messi e compagni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *